REGOLAMENTO

REGOLAMENTO INTERNO
Palestra aziendale People Stay Active
Palazzina Servizi Marinareschi

Il presente regolamento è valido per la Palestra aziendale PSA Genova – Pra.

Premesso che:
– il servizio di gestione della Palestra Aziendale è stato affidato da PSA Genova-Prà a Sport and Go ssdrl
– l’accesso al servizio della Palestra è strettamente riservato ai dipendenti PSA Genova-Pra
– i dipendenti PSA Genova-Pra che intendono accedere a tale servizio si impegnano a rispettare le seguenti norme generali.

NORME GENERALI
Art. 1 – I dipendenti PSA Genova-Pra che frequentano la Palestra Aziendale sono tenuti a rispettare le norme contenute nel presente regolamento che dovrà essere accettato espressamente con sottoscrizione leggibile in calce.

Art. 2 – Per accedere alla Palestra Aziendale ed usufruire dei servizi è obbligatorio essere stati preventivamente abilitati, a seguito dell’invio online della Domanda di iscrizione, della accettazione della Privacy Policy e della presentazione agli operatori Sport and Go (al momento dell’iscrizione) del certificato medico sportivo in originale datato, comprovante lo stato di buona salute e l’idoneità fisica allo svolgimento di attività sportiva non agonistica. Il certificato medico ha validità annuale e pertanto ne verrà chiesto il rinnovo alla scadenza. E’ in ogni caso vietato a terzi soggetti, che non siano dipendenti PSA Genova-Pra e che non abbiano effettuato l’iscrizione e consegnato il certificato medico, praticare attività fisica o accedere all’interno della Palestra Aziendale.

Art. 3 – Gli utilizzatori devono avere massima cura e rispetto degli impianti, delle attrezzature, della struttura e mantenere un abbigliamento adeguato e decoroso, nonché un comportamento consono all’ambiente in cui si trovano.

Art. 4 – I danni causati agli impianti ed alle attrezzature della struttura da un dipendente, saranno addebitati all’utilizzatore stesso.

Art.5 – Il corretto utilizzo delle attrezzature sportive sarà di esclusiva responsabilità degli utilizzatori; gli stessi avranno la possibilità di usufruire della presenza di personale tecnico/trainer che illustrerà il funzionamento di tutte le attrezzature presenti. Il personale tecnico di cui sopra non avrà alcun tipo di responsabilità per qualsiasi evento dannoso dovesse derivare al dipendente da un utilizzo non corretto della palestra aziendale. Il personale tecnico che, a seguito di richiamo, dovesse rilevare utilizzi impropri, potrà allontanare l’utilizzatore dalla P alestra e segnalare tale comportamento alla Direzione Aziendale per l’assunzione dei provvedimenti più opportuni.

Art. 6 – Ogni attività deve essere tale da mantenere il carattere sportivo non agonistico.

Art. 7 – Sport and Go e PSA Genova- Pra non sono responsabile per alcun titolo o ragione – salvo casi per danni di tipo strutturale – per eventuali incidenti, furti o danni che per qualsiasi causa, compreso l’uso incauto delle attrezzature, po ssano derivare a cose, agli utilizzatori, frequentatori, terzi in genere presenti nei locali e negli spogliatoi della Palestra Aziendale.

Art. 9 – E’ vietato fumare e/o consumare alimenti nei locali adibiti ad usosportivo e nei relativi spogliatoi. E’ altresì vietato introdurre borse e/o zaini nel locale della Palestra.

ACCESSO AI LOCALI DELLA PALESTRA

Art. 10 – Gli utilizzatori della Palestra Aziendale possono accedere ai locali sportividall’apposito ingresso sito al piano terra, utilizzando il badge dell’APG. L’utilizzo della Palestra Aziendale deve avvenire in ogni caso al di fuori dell’orario di lavoro.

ORARIO D’APERTURA DELLA PALESTRA

Art. 11 – L’accesso ai locali della Palestra sarà consentito nei seguenti orari:
-Lunedì-Sabato: 7.00-21.00

Gli orari sopra indicati potranno subire variazioni. Negli orari di apertura sopraindicati, il trainer sarà sempre presente. Eventuali chiusure e modifiche di orario saranno previamente segnalate. La prenotazione dell’allenamento della durata max di un’ora e con entrata 15 minuti prima avverrà tramite sito dedicato. Il numero max di persone presenti in palestra sarà di 20 ( venti ) unità.

PALESTRA E SPOGLIATOI

Art. 12 – Per l’utilizzo delle attrezzature della Palestra Aziendale è necessario rivolgersi alpersonale tecnico che sarà presente negli orari citati nell’articolo 11.

Art. 13 – L’accesso agli spogliatoi dedicati, che dovrà avvenire esclusivamente in coincidenza con l’utilizzo della Palestra Aziendale, è riservato ai dipendenti abilitati all’accesso alla stessa. Negli armadietti concessi in uso per la custodia dei propri effetti personali, per il periodo di presenza in palestra, dovranno essere osservate le buone norme d’igiene. L’assegnazione in uso degli armadietti è libera e gli stessi dovranno essere immediatamente svuotati al termine della seduta di allenamento.
Il personale addetto, e/o il personale di security PSA Genova-Pra, nel caso non sia possibile rintracciare il diretto assegnatario, hanno il diritto di aprire gli armadietti per comprovate esigenze igieniche, di sicurezza e di decoro.

EMERGENZE

Art. 14 – Ogni dipendente che frequenta la Palestra Aziendale è tenuto a dare immediatasegnalazione al personale preposto in caso di comprovate e/o sospette situazioni di pericolo per sé e per gli altri frequentatori. In caso di emergenza (sanitaria e antincendio) fare riferimento all’apposita indicazione presente nell’area, nella quale sono indicati i numeri di emergenza da chiamare a seconda delle diverse fasce orarie.

NORME DI CARATTERE IGIENICO SANITARIO

Art. 15 – Tutti i locali della Palestra Aziendale sono sottoposti a pulizia giornaliera. A ciascun utente che accede nei locali docce è fatto obbligo d’uso di apposite ciabatte.
Per non sporcare il pavimento della Palestra Aziendale gli utenti sono tenuti a calzare scarpe da ginnastica dedicate. E’inoltre obbligatorio, per motivi d’igiene, l’utilizzo di un asciugamano personale da appoggiare sugli attrezzi o sui tappetini di lavoro per gli esercizi a terra.

ENTRATA IN VIGORE

Art. 18 – Il regolamento entra in vigore dal mese di dicembre 2017. Copia del presente regolamento è consegnata a tutti i dipendenti frequentatori della palestra. Non è possibile addurre a giustificazione la non conoscenza del regolamento.